HOMEPAGE

SALUTE IN CAMMINO ovvero 10.000 PASSI AL GIORNO

10.000 passi al giorno
Li consiglia l'Organizzazione Mondiale della Sanità. 5.000 passi sono obbligati (spostamenti in casa, ecc.) anche per i più sedentari.
Bisogna farne almeno altri 5.800, e di buon passo. Se ne avvantaggiano gli apparati cardio-vascolare, muscolo-scheletrico e respiratorio e la condizione psico-fisica generale. E prevengono diabete, ipertensione e stress: 35 minuti giornalieri a passo sostenuto favoriscono un'equilibrata produzione di endorfine (sostanze che stimolano la sensazione di piacere).

 

Il camminare, poi, unitamente al mangiar sano facilita il raggiungimento e il mantenimento del peso corretto, basilare requisito salutistico.

Su questi temi opera la Carta di Toronto (GAPA Global Advocacy for Physical Activity) protocollo mondiale (2010) orientato al benessere individuale, sociale e sostenibile, che sostiene una campagna di sensibilizzazione denominata SALUTE IN CAMMINO.

 

LA GIORNATA NAZIONALE DEI CAMMINI FRANCIGENI 2015 e l'iniziativa di fare del 2016 l'ANNO DEI CAMMINI hanno come obiettivo non solo la TUTELA DEI CAMMINI e la promozione del territorio secondo criteri di mobilità sostenibile,  ma anche la salute sociale mediante la promozione di iniziative operative legate alla CARTA DI TORONTO e alla campagna di sensibilizzazione SALUTE IN CAMMINO.

Mission  concreta per il 2016, in particolare, il coinvolgimento delle scuole e l'avvio della realizzazione, lungo i CAMMINI storici italiani, di tratti specificamente attrezzati come "stadi" di prova e test di SALUTE IN CAMMINO, secondo il modello già avviato da Regione Piemonte con il supporto del CAI Piemonte.

A questo preciso scopo saranno destinati gli eventuali liberi contributi donati alla RETE durante la GIORNATA NAZIONALE DEI CAMMINI FRANCIGENI o comunque donati alla RETE con questo scopo nel corso del 2015.


Torna a:
Homepage