CAMMINO DELL'ARCANGELO (Via Micaelica da Benevento)

 

Sull'asse viario della Via Appia Traiana, a Benevento, si innesta un suggestivo cammino, detto CAMMINO dell'Arcangelo,   convergente al Santuario di San Michele nel Gargano, meta antichissima di pellegrinaggi da tutta l'Europa cristiana longobarda e germanica.

L'ultimo tratto , che coincide con la Via Micaelica  da Roma, è detto anche Via Sacra Langobardorum: un antico cammino, erede di ancora più antichi tratturi, che, staccandosi dalla via Appia Traiana all'altezza di Troia, permetteva di raggiungere, attraverso gli attuali S. Severo, Stignano, S. Marco in Lamis, S. Giovanni Rotondo e Monte Sant'Angelo, il santuario di San Michele, al culmine del Gargano; Michele, l'arcangelo guerriero, pesatore delle anime e accompagnatore dei morti, vincitore delle forze del Male, patrono della nazione germanica: il santo delle grotte e delle cime, il cui culto, dopo l'affermarsi del santuario garganico, unì trasversalmente tutta l'Europa.