CAMMINI 2020: CAMMINI RACCONTATI

LUNGO LE STRADE DEL SALE. DALLA LIGURIA A GINEVRA dal 5 giugno, con Nino Guidi: adesione immediata

 LOGO RICAMMINIAMO

2012, Milano, sede del T.C.I.: la RETE DEI CAMMINI in occasione della presentazione della IV Giornata/Mese Nazionale dei Cammini Francigeni, il grande evento da lei creato nel 2009, presentava anche la straordinaria iniziativa di Nino Guidi, guida AIGAE e responsabile della Associazione Montagne di Legami: la riproposta del cammino dell'abate islandese Nikulas di Munkathvera, protagonista, a metà del XII secolo, di quello che può essere considerato il più lungo pellegrinaggio documentato della storia.  

Ora, 2020, la RETE, in coincidenza con quello che tradizionalmente è il tempo della Giornata/Mese Nazionale dei Cammini Francigeni, presenta con grande piacere una nuova proposta di cammino  di Nino Guidi e della sua Associazione: il cammino esplorativo dalla Liguria a Ginevra, lungo la via del Sale.

Ecco le parole di Nino.

 logo nino

Era il 23 luglio del 1980, quaranta anni fa, e Carlo Mauri, grande esploratore italiano e famoso alpinista, a capo di una spedizione intraprendeva un’altra delle sue fantastiche esperienze, una delle ultime.

In  compagnia di cavalli e di un mulo partivano da Dolceacqua, suggestivo borgo della Liguria di Ponente e oggi bandiera arancione del Touring Club, per arrivare, dopo oltre trenta giorni e settecento chilometri di viaggio, a Ginevra.

Li seguiva la tv svizzera che avrebbe documentato l’intero evento, la “cavalcata millenaria” come la avevano definita.

“… Da tempo era nata l’idea, verificata in pratica solo parzialmente,  di riunire, attraverso un itinerario prevalentemente pedestre che ricalcasse per quanto possibile antiche strade di comunicazione e sentieri della transumanza, le località grandi e piccole maggiormente significative sotto l’aspetto storico, artistico e naturale dell’intero settore. Tale itinerario, concreto esempio di vero spirito europeo, ovviamente, non tiene in alcun conto i confini politici tra gli stati ma lega idealmente città, borghi, villaggi, baite sperdute sugli alpeggi, monti e valli di dei due versanti dal Mar Ligure al Monte Bianco e alla Savoia, fino alla città elvetica di Ginevra, porta naturale delle Alpi e prestigioso simbolo di cosmopolitismo e di spirito di fratellanza mondiale …”

Trenta anni fa frequentavo regolarmente le Alpi Occidentali di cui avevo raccontato su una rivista specializzata ed ero corrispondente per le valli cuneesi per conto della Federazione Italiana Escursionismo. Oggi torno a camminare su quelle speciali montagne con il ruolo di guida ambientale e con l’esperienza di esploratore maturata in tutti questi anni di attività.  Oggi, come accadde nel 2012 ( presentavo nella sede storica del Touring Club il viaggio a piedi che in cinque mesi, sulle tracce dell’abate Nikulas, mi avrebbe portato dall’Islanda a Roma),  torno a condividere una significativa esperienza con chi mi vorrà seguire.

Il prossimo 5 giugno partiremo da Dolceacqua per ricalcare il viaggio di Carlo Mauri e dei suoi cavalieri e arriveremo a Ginevra. Tornare a camminare, a distanza di molti anni nelle Alpi Occidentali per scoprire che cosa è cambiato in quel particolare settore delle Alpi e in un periodo come questo segnato dal virus.

Sarà un viaggio di esplorazione ricco di contenuti, una bella sfida per dare un segno alla ripartenza tanto auspicata.

Potrete unirvi a noi per periodi non inferiori ai 5 giorni (motivi logistici e di affiatamento con il resto dei camminanti).

Avremo in appoggio al nostro essenziale equipaggiamento le tende (di vostra proprietà o quelle messe a disposizione dalla nostra associazione Aps Montagne di legami) che potranno essere utili in particolari situazioni.

Ogni fase del viaggio sarà affrontata rispettando le disposizioni governative per fronteggiare l’emergenza covid ma cercando di vivere ogni momento senza  farsi condizionare e far si che l’esperienza risulti la più autentica possibile.

La partecipazione sarà limitata ad un piccolo numero di iscritti - max  8 persone. Il viaggio sarà di tipo inclusivo per ipo e non vedenti. Il primo iscritto con disabilità visiva sarà seguito e accompagnato da me personalmente, altri che seguiranno dovranno avere amico/a accompagnatore.

Sarà necessario allenamento fisico e flessibilità mentale. Le tappe giornaliere avranno una lunghezza massima di 20 km e un livello di difficoltà classificato E0 escursionistico nella scala CAI.

Ogni camminante sarà coperto da una polizza RCT e darà un contributo alle spese vive del viaggio ma non pagherà la quota di accompagnamento in quanto viaggio di “esplorazione”. Chi camminerà portando  la propria tenda potrà contattarmi con qualche giorno di anticipo e saprò indicargli in quale località raggiungerci. Chi avrà necessità di una delle nostre tende dovrà dare comunicazione di adesione immediatamente.

Per info Nino Guidi mail niguidi@inwind.it cell.3284671577     SCARICA IL PDF

 


Torna a:
Homepage